Maturazione Tardiva

Vengono definiti vitigni a maturazione tardiva, quei vitigni le cui uve, in zone dove le condizioni climatiche lo consentono, effettuano una maturazione più lunga rispetto alla media di maturazione di tutti i vitigni nella stessa zona geografica. Questa sovramaturazione sulla pianta, di regola di alcune settimane, tende a donare ai grappoli maggior dolcezza, un arricchimento di colori, profumi e sapori riducendo tendenzialmente l'acidità. Questa tecnica viene utilizzata principalmente per produrre vini passiti e/o vini strutturati in quanto gli zuccheri tendono ad aumentare l'alcolicità.

Considerando che l’epoca media della vendemmia in Italia va da agosto a novembre (con le ovvie variazioni dovute a latitudine e posizione dei vigneti), in generale le uve dei vitigni a maturazione tardiva vengono raccolte nel periodo tra ottobre novembre. Di seguito troverai gli 88 vigneti che vengono classificati in questa categoria.

Visualizzati 1-10 di 88

Cagnulari

Il vitigno Cagnulari, autoctono della Sardegna, viene tradizionalmente coltivato con l’antico metodo dell’alberello sulle colline dal suolo di composizione calcareo-argillosa a sud di Sassari, non…