La denominazionie Noto DOC copre i vini rossi e i vini bianchi da uve Moscato prodotti a sud della provincia di Siracusa nella Sicilia orientale, in particolare nei comuni di Noto, Rosolini, Pachino e Avola. Quest’ultimo è la probabile zona di origine del vitigno Nero d’Avola da cui provengono i vini rossi, e uno degli altri comuni ha dato il suo nome alla star di Hollywood Al Pacino (la sua famiglia ha preso il nome dal villaggio di Pachino). Il riconoscimento DOC è stato assegnato nel 2008 e riguarda anche i vini che precedentemente ricadevano sotto la denominazione Moscato di Noto DOC. Infatti la zona di Noto è probabilmente più famosa per i vini ottenuti dal vitigno Moscato Bianco e messi sul mercato con il nome di Moscato di Noto. Questi erano stati inizialmente creati come alternative più giovani e più profumate rispetto agli allora più prestigiosi vini Moscato di Siracusa provenienti dalla zona costiera. Le due tipologie di vini rossi della DOC Noto sono il Noto Rosso DOC e il varietale Noto Nero d’Avola DOC. Come i vini bianchi e dolci della denominazione, anche i vini rossi della Noto DOC sono prodotti solo in piccole quantità. Pochi di questi vini vengono esportati al di fuori dell’Italia, e meno ancora al di fuori dai mercati chiave del vino in Europa. Il Moscato di Noto è un vino DOC fin dal 1974. Non così conosciuto come il vicino Moscato di Siracusa, il Moscato di Noto ha quindi evitato che si abusasse del suo nome e non è altrettanto vicino all’estinzione come di fatto oggi è il Moscato di Siracusa. Lo stile del Moscato di Noto è stato deliberatamente progettato per essere una forma meno impegnativa rispetto ai famosi Moscato di Siracusa prodotti lugno la costa, e ci è di fatto riuscito, forse decretando in questo modo la morte del Moscato di Siracusa. Nonostante questo relativo successo nella creazione di un moscato più bevibile e più profumato, i vini Moscato di Noto sono prodotti solo in piccole quantità. Molto poco del vino viene esportato fuori dalla Sicilia e dall’Italia, e trovarlo in zone remote come gli Stati Uniti o l’Asia orientale è un’impresa pressochè impossibile. L’autentico Moscato di Noto è prodotto esclusivamente dal vitigno Moscato Bianco e ha il classico bouquet del Moscato, leggermente più delicato di quello del Moscato di Pantelleria, che è fatto con il meno delicato vitigno Moscato d’Alessandria (Zibibbo). I vini si trovano sia nella tipologia spumante (simile nello stile ai più famosi spumanti Moscato d’Asti ) che nella tipologia liquoroso. Un’ultima tipologia del Moscato di Noto è il Passito di Noto, ottenuto da uve Moscato essiccate con metodi tradizionali.